La logica del rapper americano compra Bitcoins del valore di 6 milioni di dollari

Il rapper statunitense Logic ha annunciato l’acquisto di Bitcoin per un valore di 6 milioni di dollari. Di recente, la terza persona più ricca del Messico ammette di aver acquistato anche alcune crittovalute.

20 novembre 2020 | Mercati AtoZ – Il prezzo del Bitcoin Freedom è aumentato negli ultimi giorni e nelle ultime settimane. Di conseguenza, il rally ha attirato l’attenzione di molti investitori e utenti che normalmente non si dilettano in questo settore. Il rapper „Logic“ ha recentemente dichiarato di voler „contare il suo Bitcoin“ ai suoi 2,4 milioni di follower su Twitter.

Rapper Logic acquista 6 milioni di dollari Bitcoin

Il rapper americano Sir Robert Bryson Hall II, conosciuto con lo pseudonimo di Logic, ha annunciato l’acquisto di „6 milioni di dollari in bitcoins“. Un breve video con il musicista è apparso su Instagram.

Secondo lui, il mese scorso ha investito una grossa somma. La data esatta e altri dettagli non sono stati annunciati da Logic.

Le opinioni degli utenti sul fatto che l’esecutore abbia realmente investito nella crittovaluta sono state divise: alcuni hanno elogiato il rapper, altri hanno dubitato della sua sincerità.

Se Logic ha fatto un investimento il 31 ottobre al tasso di 14.000 dollari, allora per 6 milioni di dollari ha ricevuto circa 428 BTC. Esattamente un mese fa, il 20 ottobre, il prezzo della prima criptovaluta era di circa 11.700 dollari – un musicista poteva comprare circa 512 BTC.

Miliardari che investono in Bitcoin

I miliardari stanno iniziando ad investire in Bitcoin mentre il prezzo continua a salire. Ad esempio, Ricardo Salinas Pliego, il terzo uomo più ricco del Messico, Ricardo Salinas Pliego, del valore di 13 miliardi di dollari, ha recentemente investito il 10% del suo portafoglio di investimenti liquidi in Bitcoin.

Il miliardario messicano ha investito in BTC perché pensa che la moneta sia una copertura contro l’invasione del governo.

Anche altri miliardari come Paul Tudor Jones e Stanley Druckenmiller sono coinvolti nel mercato della crittovaluta. Paul Tudor Jones, uno dei migliori gestori patrimoniali al mondo, ha commentato a giugno su Bitcoin:

„Una cosa che ha suscitato il mio interesse da questa lista di attività, e che un giorno potrebbe essere portata alla ribalta dal GMI, è la Bitcoin. A dire il vero, nella pubblicità, non sono né un osso duro, né un criptofago. Non sono un millenario che investe nella criptovaluta, molto popolare in quella generazione, ma un baby boomer che vuole cogliere l’opportunità che si presenta proteggendo il mio capitale in ambienti in continua evoluzione. Un modo per farlo è assicurarsi che io sia investito negli strumenti che rispondono per primi ai massicci aumenti di denaro globale. E dato che la Bitcoin ha avuto ritorni positivi negli ultimi tempi, un tuffo più profondo in essa è stato giustificato“.

Il prezzo del Bitcoin è destinato a salire con l’aumento dei flussi istituzionali e di vendita al dettaglio.

Pensi che ci sia sfuggito qualcosa? Fatecelo sapere nella sezione commenti qui sotto.